APRIRE UN CENTRO DI FISIOTERAPIA: LA COMUNICAZIONE
In fisioterapia la guarigione inizia dalle tue domande!

di | 31/01/2017

APRIRE UN CENTRO DI FISIOTERAPIA DI SUCCESSO:

La fisioterapia come mix tra terapia e discorso positivo con il paziente

Utilizzare un linguaggio positivo aiuterà il tuo paziente a vedere il suo dolore in modo diverso e aiuterà anche te nel percorso terapeutico.

 

Aprire un centro di fisioterapia

Aprire un Centro di fisioterapia: le competenze tecniche specifiche devono crescere di pari passo con le competenze di marketing sanitario. Un binomio, oggi, imprescindibile.

Sappiamo bene che molte persone sono abituate a prestare attenzione a quello che non va bene, al dolore e agli aspetti negativi del percorso terapeutico in atto. Se TU iniziassi a cambiare il modo di relazionarti e parlare con lui, avresti più probabilità di mettere in atto un cambiamento che non è solo fisico, ma anche mentale.

Questa forma di linguaggio che, naturalmente in questo tutorial è solo un piccolo esempio di quello che dovresti fare con le parole, aiuterà non solo il paziente, ma anche te!

 

APRIRE UN CENTRO DI FISIOTERAPIA: LA GUARIGIONE PARTE DALLE PAROLE!

Un linguaggio positivo alimenta il pensiero positivo! Che tu devi avere!

Iniziamo a pensare qual’è la classica domanda fatta da noi terapisti ai nostri pazienti prima di ogni seduta di fisioterapia! “Come stai? Come va?”… La maggior parte delle volte la risposta a questa domanda è negativa, il paziente spesso sfoga ogni tipo di problematica della sua vita, senza concentrarsi troppo sul motivo per cui è da noi.

Siamo NOI a dover concentrare l’attenzione del paziente sulla problematica principale e siamo ancora noi a dover orientare il nostro paziente ad un pensiero più positivo che negativo.

Al posto di chiedere al paziente come sta, prima della nostra seduta di fisioterapia, dovremmo far notare lui un miglioramento che lo aiuterà sicuramente a vedere la giornata con un tocco in più di positività. La frase più indicata per fare ciò è ” Come ti trovo bene oggi!”.

Un’altra frase che sarebbe meglio evitare con il nostro paziente è ” Come va il dolore? Quanto è diminuito da zero a dieci quanto è diminuito?”.

Dovremmo guardare la situazione dalla parte positiva ed adottare in questo caso frasi del tipo: 

Quanto è migliorata la situazione?

Quanto sei stata bene in questa settimana?”.

La potenza del messaggio è sicuramente più forte e diversa.

Noi, come terapisti dobbiamo dare modo al paziente di sfogarsi con noi, ma non dobbiamo dare loro il modo di aggiungere al loro dolore fisico, un dolore che rinchiude anche altri significati, che esulano dalla fisioterapia, che deve essere il nostro obbiettivo principale.

Per avere maggiori informazioni sull’argomento “APRIRE UN CENTRO DI FISIOTERAPIA – PERSONAL TRAINER – PALESTRA, O CONOSCERE TECNICHE CHE INSEGNO NEL MARKETING SANITARIO” puoi scrivermi da qui:

Kinesis Sport Consulting

Centinaia di professionisti  stanno già migliorando il rapporto con numerosi pazienti.

Dott.Fabio Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *