BENEFIT AZIENDALI: Cosa sono e come sceglierli?

di | 28/07/2020

I BENEFIT AZIENDALI

Cosa sono? E come sceglierli?

Oggi parliamo dei benefit aziendali, di cosa sono e come possono essere selezionati dai titolari d’impresa.

Se sei arrivato per la prima volta su questo sito e stai leggendo questo articolo, mi presento molto brevemente… sono Fabio Marino Titolare dei Centri Kinesis Sport (medicina-fisioterapia e Personal Trainer) distribuiti nella provincia di Monza e Milano, laureato in Scienze Motorie e specializzato in posturologia, con seconda laurea in Economia della Startup.

La Kinesis Sport è una realtà che esiste dal 2006 e dal 2016, insieme al mio Team, abbiamo deciso di sviluppare programmi ad Hoc per le Imprese che intendono migliorare la qualità di vita dei propri dipendenti, all’interno dell’Azienda, attraverso l’erogazione dei sempre più famosi “benefit aziendali”.

MIGLIORA PRODUTTIVITÁ E BENESSERE DELLA TUA AZIENDA.
SCOPRI IL PROGRAMMA KINESIS SPORT

PERCHÈ SI PARLA DI BENEFIT AZIENDALI?

Negli ultimi anni è aumentata la sensibilità relativa ai benefit da erogare ai dipendenti. Questo crescente interesse è dovuto, sia al Legislatore, più attento alle condizioni lavorative, sia ai dipendenti stessi che ricercano, giustamente, posizioni lavorative migliori.

Questo può risultare un po’ paradossale perché siamo nell’era dell’opulenza, dell’alimentazione che si sta “americanizzando”, e della mancanza di movimento dovuta alla ricerca della massima comodità. Nonostante queste premesse, l’altra faccia della medaglia è costituita da una popolazione attenta nel ricercare condizioni lavorative migliori, e benefit che possano in qualche modo compensare le mancanze della vita privata.

COSA SONO I BENEFIT AZIENDALI

Con queste premesse ti verrà facile intuire come con il termine “benefit aziendali” intendiamo, qualsiasi forma di prestazione o servizio, che viene erogato dall’Azienda per migliorare la qualità di vita dei propri dipendenti.  Non esiste una classificazione vera e propria dei benefit aziendali e di fatto, i benefit erogabili ai dipendenti possono essere infiniti, tanti quanti i bisogni dell’uomo.

Quest’ultima affermazione è fondamentale perché mi guida nelle scelte, ovvero nel selezionare (previa analisi con il direttivo) quali servizi posso proporre ad un’azienda da erogare ai suoi dipendenti. Da un’attenta analisi iniziale, emergono informazioni che mi fanno capire quali benefit posso proporre ad un’Azienda per migliorare la qualità di vita lavorativa delle sue risorse umane.

Naturalmente la maggior parte delle Aziende che mi contatta, ha già in mente il servizio che ricerca, ma dopo un primo incontro col direttivo, tendenzialmente l’idea primordiale si evolve in un progetto più articolato, completo e soddisfacente.

ESEMPI DI BENEFIT AZIENDALI

Abbiamo detto che i benefit aziendali sono qualsiasi tipo di prestazione o servizio che viene erogato per migliorare la qualità di vita lavorativa dei dipendenti.

Abbiamo capito che non esiste una classificazione finita dei benefit, perché possono essere infiniti; e che vanno personalizzati per ogni azienda che ha bisogni collettivi differenti rispetto ad un’altra azienda.

Ora, per farti un’idea, faccio un elenco di quali possono essere i benefit aziendali:

  • Buoni pasto/spesa
  • Assicurazioni sanitari per visite mediche
  • Convenzioni con attività limitrofe all’Azienda
  • Asili nido/scuole materne convenzionate o interne all’Azienda
  • Palestra Aziendale
  • Team building di gruppo
  • Corsi di formazioni interni ed esterni all’Azienda
  • Autista
  • Macchina Aziendale
  • Telefono/pc Aziendale
  • Supporto coaching personalizzato
  • Quote di azioni aziendali erogate ogni anno sotto forma di premio aziendale (vale solo per le S.p.a).
  • Abitazione per il manager e la sua famiglia
  • Il famoso smart working (sempre più di moda)
  • Ecc…

Potremmo andare avanti, ma questi sono sicuramente i benefit aziendali principali (l’ordine è del tutto casuale). Se poi vuoi approfondire la tua conoscenza su questi benefit aziendali, ti rimando all’articolo “BENEFIT AZIENDALI QUALI SONO-PRO E CONTRO

DA CHI VENGONO EROGATI QUESTI BENEFIT?

Se è vero che le risorse umane ricevono i benefit direttamente dall’azienda, è anche vero che quasi mai l’Azienda si “impegna” in prima persona ad assumere nuovi dipendenti deputati a creare ed erogare queste prestazioni.

Per ovvi motivi, non mi sto riferendo ai benefit materiali (macchina, telefono, pc, buoni pasto, ecc) che vengono naturalmente acquistati o presi a noleggio. (Magari scriverò un articolo in cui parlo delle diverse alternative che ha l’Azienda per erogare servizi risparmiando o recuperando in tassazione. Se lo reputate interessante, mandatemi una mail così lo sviluppo e ve lo pubblico).

Per tutti gli altri benefit relativi ai servizi alla persona, l’Azienda tende ad affidarsi ad Imprese esterne che, manlevando completamente l’Azienda da qualsiasi tipo di responsabilità, erogano le prestazioni per le quali sono specializzate, e in cambio ricevono un compenso economico.

Tale compenso può essere definito a priori (fisso), oppure variabile (definito in base al numero degli utilizzatori). Il compenso variabile va valutato con estrema attenzione. È una forma di retribuzione che amo particolarmente perché di fatto rappresenta una sorta di garanzia per le Aziende che mi chiamano; denota una certa sicurezza nella qualità del prodotto che sto erogando. Ovvero la consapevolezza che il servizio che sto offrendo è veramente di valore e di qualità elevata, tale per cui verrà sfruttato dai dipendenti.

L’aspetto negativo è che esistono variabili incondizionate, quindi che non dipendono dalla qualità del mio servizio. E in determinate circostanze diventa difficile misurare l’utilizzo o ancor di più i miglioramenti generati dall’utilizzo del benefit aziendale. Ecco quindi che è necessario un puntuale confronto iniziale con l’Azienda per poi definire il programma legato ai benefit e alla misurazione del valore generato dall’investimento economico. Questa ultima affermazione ci porta dritto alla conclusione di questo articolo.

PERCHÉ I BENEFIT AZIENDALI? QUAL È IL SIGNIFICATO?

In quest’ottica i benefit aziendali sono di fatto un “sacrificio”, un investimento economico che fa l’azienda, e che le permette di ottenere un risultato del tipo:

win-win

Vince l’azienda e vince il dipendente.

L’azienda che investe denaro in benefit, ottiene il duplice obiettivo di:

  • Avere agevolazioni fiscali e defiscalizzare gli utili aziendali
  • Migliorare il rendimento lavorativo dei suoi dipendi che si traduce nuovamente in aumento delle vendite e quindi degli utili aziendali.

Il dipendente invece può considerare i benefit aziendali come l’ago della bilancia in grado di far valutare con più o meno interesse una posizione lavorativa. Se prima era la remunerazione economica l’aspetto più importante da valutare, oggi la situazione è molto cambiata…

Per maggiori informazioni ti ricordo che puoi scrivermi alla mia casella di posta personale che è fabio.marino@kinesisport.com

Sono sempre a tua disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *