BENESSERE PSICOFISICO: IL NOSTRO STILE DI VITA E IL NOSTRO ATTEGGIAMENTO MENTALE, SONO I FATTORI PRINCIPALI CHE LO INFLUENZANO.

Ma cosa vuol dire benessere psicofisico??

BEN-ESSERE: Il termine indica una filosofia che “vede gli individui come responsabili, attivamente coinvolti nel processo volto ad aumentare e migliorare la propria salute e non solo mantenerla” (Bruhn 1988).

La società in cui viviamo ci obbliga a ritmi  a volte eccessivamente frenetici,  da ognuno di noi ci si aspetta sempre di più e su ognuno di noi gravano sempre troppe aspettative, ma non solo, la quantità di informazioni a cui siamo assoggettati tende a superare le nostre capacità di elaborazione e di decisione.

Benessere Psicofisico

Ad un certo punto ti devi fermare, altrimenti il rischio è di non percepire che sei arrivato al limite.

Gli impegni sono incalzanti, gravosi e il tempo per poter svolgere tutto è sempre più limitato, il modo di vivere odierno ci obbliga ad essere sempre connessi e ci costringe ad utilizzare e verificare le informazioni in tempo reale.

I ritmi di vita, a causa dei troppi impegni, sono diventati eccessivamente frenetici e rimane poco tempo a disposizione per poter fare ciò che serve al benessere psicofico dell’organismo.

La nostra mente spesso trascura i messaggi di malessere che il nostro fisico invia; con il tempo, questo comportamento causa sintomatologie psico-somatiche come disturbi alimentari, del sistema muscolo-scheletrico (cefalea, mal di schiena…) e del sistema nervoso (gastrite, dispnea, insonnia …).

Il tempo dunque è la risorsa più richiesta ma anche la meno disponibile: siamo sempre più impegnati nel perseguire e accrescere l’immagine che diamo di noi stessi – il sé sociale – a discapito del sé fisico e del benessere psicofisico.

Il senso di cognizione dell’individuo, il proprio corpo, il dialogo interiore, le relazioni interpersonali contribuiscono a migliorare lo stato di benessere psicofisico della persona e spingono a intervenire consapevolmente per migliorare gli aspetti negativi della nostra vita.

Il termine salute è anche sinonimo di:

Crescita

Fiducia in se stessi

Miglioramento esistenziale

Conquista dei propri obiettivi

Soddisfazione per se stessi

Ciò di cui la persona ha bisogno è la capacità di riprendere il controllo della propria vita, attraverso un ruolo attivo dell’esistenza e di ciò che lo circonda; ciò che dovrebbe essere perseguito è un atteggiamento proattivo e costruttivo, tale da fronteggiare e sconfiggere le eventuali situazioni stressanti e avverse .

E’ indispensabile e “vitale” utilizzare strumenti che permettano di riprendere in mano il benessere psicofisico.

 

Se si vuole tutelare il proprio benessere psico-fisico, da cosa è necessario partire?

L’individuo deve liberarsi dalla gabbia mentale in cui si trova e agire: è importante staccare dalla routine e inseguire una dimensione di vita più profonda e consapevole della complessità del tempo nel quale siamo calati; solo con questa consapevolezza si possono adottare tutte le tecniche e gli strumenti di time-management, che ci permettono non solo di fare ordine tra impegni e priorità ma di avere una gestione del tempo nel suo insieme, di noi stessi e, nel complesso, del nostro stile di vita.

Il tempo e il tuo benessere psicofisico.

Individua le tecniche che ti permetteranno di programmare il tuo tempo concedonti anche il contatto con il tuo ” IO ” interno .

 

L’individuo deve intraprendere un percorso di autoconsapevolezza che lo porti ad individuare e riconoscere lo stadio in cui si trova; solo successivamente potrà identificare le azioni  da intraprendere e mettere in atto che gli permettano di progredire da uno stadio al successivo.

 

 

Per intraprendere tale percorso di autoconsapevolezza che promuove la salute, possiamo far riferimento al modello transteoretico di James Prochska, Di Clemente.

Nel corso della propria vita, l’individuo si trova in uno dei seguenti stadi:

  • Pre-contemplazione: il soggetto non è consapevole della propria situazione, nega il problema, è male informato, sotto-informato, non mostra nessuna intenzione a cambiare nel breve periodo.

 

  • Contemplazione: il soggetto è consapevole dell’esistenza di un problema ed è convinto di volerlo superare; non conosce però nessun modus operandi, non sa quali azioni intraprendere, si trova in una sorta di “limbo” nella quale manca la decisione.

 

  • Preparazione: il soggetto intende agire, vuole modificare lo status quo, far propri dei cambiamenti e adottare nuovi stili di vita.

 

  • Azione: in questa fase di liberazione e di rivalutazione di sé, il soggetto è convinto di poter cambiare e agisce modificando i propri comportamenti.

 

  • Mantenimento: il soggetto mantiene e consolida i comportamenti del precedente stadio di “azione”, crescendo in autoconsapevolezza.

L’individuo deve capire in quale stadio si trova: solo così potrà adottare un’appropriata strategia per passare alla fase successiva.

Strategie per raggiungere il benessere psicofisico.

” Se desideri qualcosa che non hai mai avuto, devi essere disposto a fare qualcosa che non hai mai fatto
.”

E’ importante che la persona applichi le strategie corrette allo stadio di appartenenza, in modo da evitare comportamenti errati che si rivelerebbero controproducenti.

L’importante dunque è migliorare consapevolmente e direttamente la propria salute e il proprio benessere: trarre il meglio da ogni situazione, gestire e risolvere efficacemente i problemi, implementare soluzioni alternative rispetto agli schemi mentali, cambiare se stessi e il modo di guardare le cose.

 

Salute e benessere psicofisico derivano dalla capacità di realizzare “creativamente” – senza perdere di vista i limiti personali e dell’ambiente – il nostro progetto esistenziale.

Tale visione implica un atteggiamento positivo anche nei momenti di crisi, traendone occasioni e opportunità di cambiamento.

Saper gestire gli eventi, aumentare l’efficacia nel gestire il proprio progetto di vita, aumentare la propria elasticità nell’ affrontare la vita:

sono tutte variabili che contribuiranno ad accrescere il proprio benessere.

Le Potenzialità ed il benessere psicofisico.

Non dare un limite alle tue potenzialità… in ognuno di noi ne sono presenti molteplici, dobbiamo solo prenderne coscienza.

Se vuoi  ricevere maggiori informazioni sul Benessere Psicofisico scrivimi cliccando QUI

Dott.Fabio Marino

AUTORE: Dott.sa Sabrina Giola