Capire quando si ha una frattura da stress
E come comportarsi?

di | 27/12/2018

Capire quando si ha una frattura da stress

sintomi e rimedi

In questo articolo cercheremo di capire quando si ha una frattura da stress, i sintomi in cui andiamo incontro e i rimedi per questa patologia.

Le fratture da stress sono lesioni parziali o complete che colpiscono in particolar modo chi pratica in modo continuativo un’attività sportiva molto intensa.

La gravità delle fratture da stress è dovuta al fatto che tessuti a metabolismo lento (come ossa e tendini) Capire quando si ha una frattura da stress
hanno un processo riparativo più lungo rispetto ai muscoli e spesso occorrono mesi per risolvere il problema.

Capire quando si ha una frattura da stress è abbastanza complicato, in genere il soggetto riferisce insorgenza del dolore il più delle volte cronica e raramente acuta. Non vi è mai la chiara correlazione con un evento scatenante singolo. Nel caso d’insorgenza graduale, il dolore è in relazione all’attività fisica e si avverte solo durante lo sforzo. Più l’allenamento è intenso, maggiore è il dolore. Con l’avanzare del problema esso compare anche al semplice carico e poi a riposo e durante la notte. Il dolore è presente palpatoriamente a livello dell’area fratturata, associato ad edema. In fase avanzata si accompagna a deficit della forza dei muscoli della gamba e contratture dei muscoli della gamba stessa.

Fattori di rischio

  • Variazione qualitativa o quantitativa del carico allenante: Un aumento del carico degli allenamenti provoca sull’osso un aumento delle forze d’impatto: Non è scontato che una struttura riesca a proteggere l’osso da queste nuove forze d’impatto.
  • Sesso: le donne con oligomenorrea presentano un rischio sei volte superiore agli uomini e quelle che seguono un regime alimentare per minimizzare il peso sono a rischio circa otto volte più del sesso maschile. L’unico vantaggio delle donne rispetto agli uomini è che la frattura da stress in genere guarisce in un tempo che è circa la metà.
  • Età: un’età più avanzata favorisce le fratture da stress.

Come intervenire

Il trattamento di una frattura da stress dipende ovviamente dalla sede e dalla sua gravità. Si va dal semplice riposo, all’applicazione di un apparecchio gessato oppure all’intervento chirurgico.

Nella gran parte dei casi risulta spesso sufficiente un trattamento conservativo. In molti casi un riposo di 4-6 settimane consente il ritorno alla normalità.

Il ricorso all’apparecchio gessato deve essere valutato con una certa attenzione perché tende a indurre atrofia muscolare e rigidità articolare.

Il trattamento chirurgico non è tanto comune, in genere interessa casi molto particolari

Il dolore viene solitamente trattato ricorrendo a farmaci antinfiammatori che possono essere associati a farmaci ad azione osteostimolante.

Periodicamente è necessario effettuare controlli radiografici allo scopo di verificare il consolidamento osseo. Se questo non si verifica va preso in considerazione l’intervento chirurgico con ricorso a viti o placche, come nel caso delle tipiche fratture da trauma.

Leggi anche: Capire quando un osso è rotto e cosa fare

Se vuoi ricevere una prima consulenza gratuita, o semplicemente maggiori dettagli riguardo questo argomento scrivimi cliccando QUI

Dott. Fabio Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *