CICATRICE E FISIOTERAPIA: cos’è, come si forma e come si tratta?
Analisi di una cicatrice, approccio e trattamento fisioterapico

di | 24/07/2018

Cicatrice: è la formazione costituita da tessuto connettivo fibroso, essa rappresenta l’ultimo stadio del processo con cui l’organismo ripara le perdite di tessuto, quando non sia possibile rigenerare nuovo tessuto simile a quello andato distrutto. Cerchiamo ora di capire come si formano e qual’è l’approccio fisioterapico…

Ma come si formano le cicatrici?

Quando ci procuriamo una lesione  sulla pelle si avvia in maniera automatica un processo infiammatorio complesso che ha l’obiettivo di produrre una cicatrice.

Delle cellule specializzate realizzano un coagulo per fermare l’emorragia, mentre prodotti chimici cicatrizzanti concorrono nell’operazione. Una di queste sostanze chimiche è l’istamina.
L’istamina si estende intorno ad un vaso sanguigno, aprendo piccoli fori per consentire la fuoriuscita a speciali cellule che si occuperanno della guarigione.

Le cellule produttrici di collagene lavorano chiudendo la ferita. Proprio come la fabbrica ha bisogno di energia elettrica per produrre, quelle cellule hanno bisogno di energia supplementare e di ossigeno.
Nei polmoni i globuli rossi trasportano ossigeno, scorrono i vasi sanguigni e distribuiscono l’ossigeno dove è necessario. Nel caso della guarigione di una ferita, tuttavia, la limitata rete di vasi sanguigni non è sufficiente a fornire abbastanza ossigeno.

Cosa fa quindi il corpo?

Aumenta i vasi sanguigni. Il corpo crea più capillari per portare più sangue ricco di ossigeno. Il sangue rosso scorre all’interno dei capillari appena sotto la superficie della cicatrice.

Ecco perché si vede il rossore.

E questa è anche la ragione per la quale le cicatrici sono rosa.

Nella fase finale di formazione della cicatrice, il disorganizzato, ricolmo e giovane collagene si riorganizza nella sua forma matura e piatta. Una volta terminato il lavoro, i capillari in eccesso non sono più necessari, quindi scompaiono senza lasciare traccia.

In questo modo la cicatrice si dissolve.

Esistono tuttavia tipi di cicatrici che possono causare problemi, le cosiddette cicatrici patologiche.

Ne esistono di 3 tipi:
  • Cicatrici atrofiche: La riparazione è di scarsa qualità, i margini sono variamente distanziati e può esservi, specialmente nelle prime fasi, il rischio di riapertura a seguito di traumi o trazioni. Si può presentare prevalentemente in pazienti predisposti, con patologie sistemiche o in quelli che non hanno eseguito una terapia corretta.

 

cicatrice atrofica

 

  • Cicatrici ipertrofiche: Si forma più comunemente nelle ferite legate alle articolazioni. Il tessuto fibroso si genera in grande quantità formando una cicatrice rilevata e talvolta  dolente, che può limitare i movimenti articolari, ma tuttavia resta nei confini della lesione.

 

cicatrice ipertrofica

cicatrice ipertrofica

  • Cheloidi:  sono il risultato di una sovrapproduzione di collagene nel corso della guarigione patologica di una ferita. Si tratta della formazione di una cicatrice che va molto al di la dei confini della ferita da cui origina per cause fondamentalmente sconosciute ma che, tuttavia, dipendono dalla predisposizione individuale, anche per traumi insignificanti, ed anatomica.

 

cheloide

cheloide

Come trattarle in fisioterapia?

Abbiamo già scritto un articolo su come trattare le cicatrici attraverso il Kinesio Tape, di seguito elencherò 3 modalità su come trattare le cicatrici in maniera manuale:

Scollamento: afferrare la cicatrice con le dita e trazionarla verso l’alto per dare maggiore mobilità ed elasticità al tessuto.

Trazione e stiramento: lavorare i bordi laterali della cicatrice sia longitudinalmente di trasversalmente.

Inibizione: fare punto fisso sulla cicatrice aspettando un rilascio dei tessuti.

 

Se vuoi ricevere più dettagli riguardo le cicatrici e come si trattano in fisioterapia scrivimi cliccando QUI

Dott. Fabio Marino

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *