Come diventare osteopata: linee guida
Chi è l'osteopata, come diventarlo e quanto può guadagnare.

di | 16/01/2019

Come diventare osteopata

Come diventare osteopata

Cosa fa e qual’è il percorso di formazione

In questo articolo ti spiegherò come diventare osteopata, cosa fa questa figura sanitaria e il percorso di studi da intraprendere.

Chi è l’osteopata?

Come diventare osteopata

Come diventare osteopata, sbocchi professionali, percorso formativo e potenzialità di guadagno

Fondamentale chiarire cosa è l’osteopatia e la differenza tra osteopata e fisioterapista. Il fisioterapista deve essere per forza laureato poiché è una figura professionale medica, e utilizza, oltre ai massaggi, macchinari per ultrasuoni, laser, Tecar e magnetoterapia.

Per essere osteopati, invece, che non bisogna essere laureati e la principale differenza tra le due professioni consiste nel fatto che il fisioterapista si occupa di una sintomatologia locale, mentre l’osteopata utilizza un approccio totale sia nella diagnosi che nella terapia, non cura il sintomo, ma va oltre cercando la causa alla base del disturbo anche quando non è diagnosticata e non è apparente.

Come diventare osteopata?

Per molte persone interessate al lavoro sul corpo umano, lavorare nell’ osteopatia è un traguardo di alto livello, ma al momento la categoria sta lottando per ottenere il giusto riconoscimento in ambito medico, e il percorso per diventare osteopata è tutt’ altro che breve.

In Italia, l’osteopata è un professionista poco tutelato. Anni di studio e formazione per diventare osteopata non bastano per un riconoscimento professionale a tutti gli effetti.

La mancanza di norme che regolino l’esercizio dell’osteopata comporta che la stessa figura professionale non sia tutelata dalla legge.

Ad oggi esistono due tipi di corsi di formazione per diventare osteopata:

  • Corso full time: al corso possono accedere gli studenti in possesso di un diploma di scuola media superiore quinquennale. Il percorso è di 5 anni con obbligo di frequenza.
  • Corso Part Time: è rivolto ai professionisti in possesso di un titolo di studio universitario sanitario,e nello specifico possono accedere le seguenti figure sanitarie: fisioterapista, infermiere, ostetrica, terapista occupazionale, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, podologo, medico chirurgo e odontoiatra.Il percorso formativo è di sei anni in cui è previsto lo studio di scienze mediche di base  oltre alle materie prettamente osteopatiche.

In questo caso l’obbligo di frequenza e gli incontri formativi sono meno numerosi del corso full time.

La formazione in Italia non è di carattere universitario, ma privato.

Quanto guadagna un osteopata?

Il guadagno di un osteopata può variare in base alla presenza di diversi fattori, anche in relazione alla zona in cui hai intenzione di lavorare, alla fama e al tipo di specializzazione.

In linea di massima possiamo dire che, con un trattamento di circa un’ora, un osteopata guadagna da un minimo di 50 euro ad un massimo di 100 euro.  Se proviamo a calcolare un guadagno medio di 60 € a trattamento, con circa 30 clienti a settimana, lo stipendio può aggirarsi attorno ai 1800 euro settimanali.

Bada bene che prima di arrivare ad avere 30 clienti a settimana per l’osteopatia vuol dire che sei già un osteopata di successo!

Leggi anche: Osteopatia pediatrica

Se vuoi ricevere una prima consulenza gratuita su come diventare osteopata, o maggiori dettagli su come avviare e crescere la tua attività scrivimi cliccando QUI

Dott. Fabio Marino

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE I SEGUENTI ARTICOLI:

Mal di testa e osteopatia: Cosa si può fare?

DIVENTARE IMPRENDITORE NEL CAMPO SALUTE O BENESSERE?

COME DIVENTARE FISIOTERAPISTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *