DOLORE DIETRO AL GINOCCHIO?
Analizziamo il problema e...consigli utili fisioterapici

di | 17/01/2020

A cosa può essere dovuto il dolore dietro al ginocchio? Vediamolo insieme!

DOLORE DIETRO AL GINOCCHIO

Analizziamo il problema

Il Dolore dietro al ginocchio rappresenta una delle cause di zoppia più frequente,  questo dolore viene localizzato nella zona poplitea, ovvero l’area  compresa tra la parte inferiore della Coscia e la parte superiore del polpaccio.

Chi può Soffrire del dolore dietro al Ginocchio?

Tecnicamente tutti possono accusare questo sintomo localizzato nella cavità poplitea, ma possiamo affermare con una certa sicurezza che ne soffrono maggiormente adulti (sopra i 40 anni) e sopratutto gli anziani.

Nel caso invece di persone giovani, è più probabile che la causa sia da ricercare in un infortunio muscolare, legamentoso. Rispetto ad altri tipi di dolore come il dolore al ginocchio anteriore, interno, esterno, questo sintomo di dolore posteriore è sicuramente il meno frequente.

CAUSE DEL DOLORE AL GINOCCHIO

Il dolore dietro al ginocchio è un sintomo che può dipendere da numerosi fattori.
Tra le cause più comuni di dolore dietro al ginocchio, possiamo trovare:

  • La tendinopatia dei muscoli ischio-crurali;
  • La cisti di Baker;
  • La tendinopatia del muscolo gastrocnemio;
  • La cosiddetta gamba del tennista;
  • Gli infortuni all’angolo postero-laterale del ginocchio.
  • Gli infortuni al legamento crociato posteriore;
  • La trombosi venosa profonda;
  • La lesione dei “corni” posteriori di uno o di entrambi i menischi;
  • La tendinopatia del muscolo popliteo.

Tendinopatia dei muscoli ischio-crurali

I muscoli ischio-crurali sono i tre muscoli della parte posteriore della coscia che presentano la particolarità di originare tutti quanti dalla cosiddetta tuberosi ischiatica.

Conosciuti come bicipite femorale, semitendinoso e semimembranoso, questi muscoli inseriscono in punti differenti dell’estremità prossimale della tibia e del perone.

La tendinopatia dei muscoli ischio-crurali è una patologia che riguarda la sofferenza a carico di una o più delle inserzioni tendinee terminali dei muscoli posteriori della coscia. I tendini terminali dei muscoli sopraccitati, infatti, risiedono e si agganciano in porzioni di tibia e perone molto vicine alla parte posteriore del ginocchio.
La tendinopatia dei muscoli ischio-crurali comprende sia condizioni infiammatorie ma anche degenerative, e può risultare da processi lacerativi o da un sovraccarico funzionale come ad esempio un eccesso di attività fisica.

Cisti di Baker

La cisti di Baker è una protuberanza anomala, simile a un nodulo, che si forma tipicamente dietro al ginocchio per effetto della fuoriuscita dalla borsa poplitea del liquido sinoviale in essa presente.

Nella maggior parte dei casi, la ciste di Baker è frutto di un danno traumatico all’articolazione del ginocchio o di un processo di artrosi. Più raramente, la ciste di Baker compare senza un motivo preciso anche in condizioni di perfetta salute da parte del ginocchio.

Dolore dietro al ginocchio

Dolore dietro al ginocchio: un esempio di come appare la cisti di Baker

Tendinopatia del muscolo gastrocnemio

Il muscolo gastrocnemio, è uno dei due muscoli principali della parte posteriore della gamba (cioè la parte di arto inferiore che va dal ginocchio al piede).

Il muscolo gastrocnemio è formato da due elementi, chiamati capo mediale e capo laterale, i quali hanno differente punto d’origine, (il capo mediale dal condilo mediale del femore e il capo laterale dal condilo laterale del femore) ma uguale inserzione terminale.

La tendinopatia del muscolo gastrocnemio è la sofferenza a carico del tendine che aggancia il capo mediale o il capo laterale al femore. La sua correlazione al dolore dietro al ginocchio dipende dal rapporto di vicinanza che c’è tra il retro del ginocchio e la zona d’origine del muscolo gastrocnemio.
Come la tendinopatia dei muscoli ischio-crurali, la tendinopatia del muscolo gastrocnemio comprende sia condizioni infiammatorie che degenerative, e può risultare da processi lacerativi o da un sovraccarico funzionale (ad esempio: eccesso di attività fisica).

Gamba del tennista

“Gamba del tennista” è l’espressione con cui si indica uno strappo o una lacerazione del tendine da cui origina il muscolo plantare, cioè quel muscolo che decorre dalla cresta sovracondiloidea laterale al calcagno.
La “gamba del tennista” è causa di dolore dietro al ginocchio, perché il tendine vittima d’infortunio si aggancia in un punto del femore molto vicino alla superficie posteriore della capsula articolare del ginocchio.

Infortuni all’angolo postero-laterale del ginocchio

Conosciuto con la sigla PAPE, l’angolo postero-laterale del ginocchio è una specifica regione di questa articolazione, che comprende:

-Il legamento collaterale laterale.

-Legamento popliteo-fibulare.

-Tendine del muscolo popliteo.

-Il tendine del muscolo bicipite femorale.

-Nervo peroneo comune.

-Legamento patello-femorale.

-Retinacolo patellare laterale.

-Corno posteriore del menisco laterale.

Con l’espressione “infortuni all’angolo postero-laterale del ginocchio” i medici intendono tutte quelle sofferenze a carico di una o più strutture del PAPE.
Gli infortuni all’angolo postero-laterale del ginocchio causano dolore dietro al ginocchio, in quanto le strutture del PAPE possiedono tutte un rapporto con il porzione posteriore del ginocchio.

Cause meno comuni di Dolore Dietro al Ginocchio

  • Infortuni del legamento crociato posteriore: il legamento crociato posteriore è uno dei due legamenti dell’articolazione del ginocchio garantisce la stabilità antero-posteriore del ginocchio.
  • Trombosi venosa profonda: è il processo patologico che porta alla formazione di un coagulo di sangue all’interno di una vena e dai cui possono scaturire fenomeni embolici molto pericolosi. (Potenzialmente fatali).
  • Lesione dei corni posteriori di uno o entrambi i menischi: i “corni” posteriori del menisco mediale e del menisco laterale sono le porzioni posteriori di questi fondamentali cuscinetti di cartilagine.
  • Tendinopatia del muscolo popliteo: è la sofferenza del tendine del muscolo popliteo che si inserisce sull’epicondilo laterale del femore. Quindi estremamente vicino alla cavità poplitea.

Sintomi e Complicazioni

A seconda della causa scatenante, il dolore dietro al ginocchio può essere più o meno intenso e peggiorare sensibilmente durante la flessione dell’arto inferiore.
Se intenso e/o se peggiora con la flessione dell’arto inferiore, il dolore dietro al ginocchio può risultare fortemente debilitante per il paziente.

Il dolore dietro al ginocchio raramente si presenta da solo. Il più delle volte è associato ad altri sintomi che variano in relazione al fattore causale. Tra i sintomi che possono associarsi al dolore al ginocchio, figurano:

  • Rigidità articolare;
  • Gonfiore nella zona posteriore del ginocchio;
  • Ginocchio instabile;
  • Riduzione della mobilità del ginocchio;
  • Senso di indolenzimento poco più in alto o poco più in basso rispetto al ginocchio;
  • Emissione dal ginocchio di scricchiolii o crepiti, a ogni movimento dell’articolazione;
  • Atrofia dei muscoli dell’arto inferiore sofferente.

TERAPIE FISIOTERAPICHE

In presenza di un dolore dietro al ginocchio, è consuetudine ricorrere a una terapia conservativa, basata su riposo, applicazione di ghiaccio, assunzione di antinfiammatori, elevazione dell’arto inferiore e fasciatura compressiva dell’articolazione.
Se la risposta alla suddetta terapia conservativa è positiva non serve aggiungere altro.
Al contrario, se la risposta alla terapia conservativa è negativa è indispensabile la pianificazione di trattamenti più specifici.

Terapia conservativa per il ginocchio:

TECNICA RICE

  • Riposo: da tutte quelle attività che alimentano la sensazione dolorosa, come ad esempio l’attività fisica (o lo stare troppo tempo in piedi).
  • Ghiaccio: se adoperato nel modo giusto, il ghiaccio ha un incredibile potere antinfiammatorio e antidolorifico. (Ti consiglio il sacchetto riutilizzabile della FLEXIBLE. Viene sempre buono in caso di problemi articolari o muscolari).
    Le indicazioni al suo utilizzo sono: 4-5 impacchi al giorno sulla zona dolente, per 15-20 minuti ciascuno (applicazioni più brevi o più lunghe sono inefficaci);
  • Farmaci antinfiammatori: consistono nei cosiddetti FANS o farmaci antinfiammatori non steroidei; sono medicinali efficaci, dai contenuti effetti collaterali;
  • Elevazione dell’arto inferiore sofferente: mantenere elevato l’arto inferiore riduce l’afflusso di sangue al ginocchio. Il minor afflusso di sangue al ginocchio allevia il dolore e favorisce la risoluzione di un’eventuale gonfiore.
  • Fasciatura compressiva dell’articolazione: serve a mitigare un eventuale gonfiore e un’eventuale senso di instabilità a livello del ginocchio. La ginocchiera contenitiva della ISERMO  è senza dubbio la migliore per rapporto qualità prezzo.

TERAPIA SPECIFICA PER IL GINOCCHIO

Tra i trattamenti più specifici che possono seguire un’inefficace terapia conservativa del dolore dietro al ginocchio, possiamo elencare:

  • Iniezione di corticosteroidi: farmaci antinfiammatori più potenti dei FANS, ma più pericolosi se usati in modo improprio.
  • La fisioterapia con tecarterapia e trattamenti manuali.
  • Drenaggio dei liquidi: Consiste nell’introdurre un ago apposito all’interno del ginocchio sofferente e aspirare il liquido in eccesso.
    In alcune occasioni, all’aspirazione, il medico curante accompagna l’iniezione un farmaco antinfiammatorio appartenente alla categoria dei corticosteroidi e/o l’iniezione di un acido ialuronico.
  • L’intervento chirurgico: È una possibile soluzione per tutti quei casi di dolore dietro al ginocchio correlati a un danno articolare. In tali circostanze l’intervento chirurgico serve ad “aggiustare” l’articolazione.

Sulla scelta della terapia specifica da parte del medico influisce, in modo determinante, la causa scatenante il dolore  dietro al ginocchio.

Per ulteriori informazioni sul dolore dietro al ginocchio o per prenotare una valutazione fisioterapica nei Centri Kinesis Sport puoi scrivermi da QUI

Dott. Fabio Marino

DOLORE AL MENISCO? ANALIZZIAMO IL PROBLEMA

DOLORE AL QUADRICIPITE

DOLORE AL GINOCCHIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *