FISIOTERAPIA PER INFIAMMAZIONE NERVO SCIATICO
Cause, sintomi, ruolo e tecniche della fisioterapia

di | 27/08/2019

Cosa c’è da sapere su come si può intervenire con la fisioterapista su un nervo sciatico infiammato? Scoprilo in questo articolo!

FISIOTERAPIA PER INFIAMMAZIONE NERVO SCIATICO

La fisioterapia per l’infiammazione del nervo sciatico, mira alla correzione della postura, alla tonificazione della muscolatura della colonna e ad aumentare la flessibilità di tronco e colonna vertebrale.

Fisioterapia per l' infiammazione del nervo sciatico.

L’ infiammazione del nervo sciatico si contraddistingue per la sua sintomatologia, ovvero quel dolore che parte dalla zona lombare e si propaga per tutto l’ arto inferiore.

Ma andiamo per gradi…

Cosa succede quando si infiamma il nervo sciatico?

Il nervo sciatico è il più grande, e lungo, nervo del corpo umano, infatti origina dalle vertebre lombari, percorre tutta la strada fino al piede, passando per il gluteo, per la parte posteriore della coscia, dietro il ginocchio e dividendosi percorre sia la parte anteriore, che quella posteriore della gamba, fino alle dita dei piedi.

E’ la struttura nervosa più importante per il movimento  e la sensibilità dell’arto inferiore, in particolar modo della gamba.

Come si manifesta l’infiammazione del nervo  sciatico?

L’ infiammazione del nervo sciatico o sciatalgia, è caratterizzata da un dolore che corre lungo tutto l’ arto inferiore; colpisce in generale le persone tra i 40 e i 50 anni prevalentemente di sesso maschile. In realtà, a seconda dell’entità dell’infiammazione, il dolore può manifestarsi a diverse altezze dell’arto inferiore. Può fermarsi al gluteo, arrivare dietro al ginocchio o continuare fino alle dita dei piedi.

Perché si infiamma il nervo sciatico?

La prima e più comune causa per cui il nervo sciatico si infiamma è la Compressione; la compressione, del nervo sciatico di uno o dei nervi da cui origina, causa irritazione e conseguente dolorabilità.

La compressione con effetto irritativo può essere causata da:

  • Ernia nel tratto lombo-sacrale
  • Discopatia
  • Stenosi vertebrale
  • La sindrome del piriforme
  • Spondilolistesi
  • Gravidanza, in stato avanzato

L’ infiammazione del nervo sciatico può essere causata anche da traumi, come per esempio fratture che coinvolgono le ossa del bacino oppure dell’arto inferiore.

Ci sono poi, dei fattori di rischio, quali:

  • Obesità
  • Età avanzata
  • Posture errate
  • Attività lavorative che prevedono il sollevamento di carichi importanti o le torsioni (non ci sono evidenze scientifiche di questo caso)
  • Sedentarietà
  • In alcuni casi il diabete.

Sintomi della sciatalgia

Come abbiamo visto poco fa, le cause dell’ infiammazione del nervo sciatico sono veramente tante, mentre per quanto riguarda la sintomatologia è soltanto una… un fastidioso dolore che coinvolge una o più delle seguenti parti corporee:

  • Bassa schiena
  • Gluteo
  • Coscia posteriore (in alcuni casi anche la parte alta interiore) 
  • La gamba
  • Il piede

L’unica variabile, la possiamo leggere, nel tipo di dolore, per esempio: 

  • Alcune persone riferiscono di percepire un dolore flebile ma costante, con dei picchi di acutizzazione improvvisi
  • Altre riferiscono un dolore costante, persistente, quasi come se la parte dolente bruciasse;
  • Ci sono casi in cui i pazienti riferiscono un peggioramento del dolore a seguito di colpi di tosse, sternuti, o movimenti che causano tensione.

Ci sono poi dei sintomi correlati, chiamati così, perché hanno una correlazione con l’ infiammazione del nervo sciatico, ma non necessariamente compaiono e sono:

  • Formicolio all’arto dolente
  • Debolezza muscolare
  • Alterata sensibilità cutanea
  • Difficoltà del controllo motorio
  • Senso di intorpidimento

Di solito i sintomi correlati non si individuano nello stesso punto.

Complicanze dovute all’infiammazione del nervo sciatico 

Se la compressione o la lesione a carico del nervo sciatico sono gravi o se le cure non sono specifiche, possiamo incorrere in varie complicazioni:

  • Prima di tutte la zoppia
  • Totale insensibilità dell’arto interessato
  • Perdita del controllo dello sfintere anale

IL RUOLO DEL MEDICO E DELLA FISIOTERAPIA

In presenza di un’ infiammazione del nervo sciatico non è sempre necessario l’intervento del medico, soprattutto se siamo soggetti a ricadute, ma ci sono alcuni casi in cui è  bene fare degli accertamenti.

Facciamo alcuni esempi:

  • Nonostante si è stati a riposo, ma i sintomi al posto che migliorare, peggiorano.
  • Senza una motivazione , i sintomi sono peggiorati all’improvviso.
  • La sintomatologia è comparsa dopo un trauma importante alla colonna vertebrale.
  • Oltre ai classici sintomi, si fatica a controllare le funzioni della vescica e dell’ intestino.

Come viene eseguita la diagnosi di infiammazione dello sciatico?

Per diagnosticare la presenza dell’ infiammazione del nervo sciatico si possono utilizzare diversi strumenti diagnostici:

  1. Possiamo eseguire una RX della colonna vertebrale che ci permetterà di analizzare il suo stato e di verificare la presenza di ernie e stenosi vertebrali e foraminali, se molto evidenti.
  2. Il secondo step potrebbe essere quello di eseguire una Risonanza Magnetica, che è un esame che non espone a radiazioni come fa per esempio al TAC, e che è in grado di evidenziare in modo più accurato: ernie discali, stenosi vertebrali o foraminali, tumori spinali.
  3. Come ulteriore step, possiamo utilizzare l’elettromiografia: esame che va a studiare la conduzione degli impulsi nervosi e la funzionalità del nervo sciatico.

Tutti questi esami servono per capire la causa per cui si infiamma il nervo sciatico.

Per una guarigione ottimale è di fondamentale importanza, sapere il perché questo nervo si infiamma, altrimenti cureremo solamente la sintomatologia, ma di li a poco saremo di nuovo punto e a capo. 

La prognosi per la guarigione dall’infiammazione del nervo sciatico varia a seconda del fattore scatenante e può andare da un paio di settimane a mesi. 

Parliamo di terapie specifiche per la sciatalgia

Come per la guarigione, anche le terapie sono commisurate alla gravità della causa scatenante e dalla gravità dei sintomi.

Se l’infiammazione è modesta e non è legata a cause scatenanti clinicamente importanti, riposo e correzioni posturali dovrebbero essere sufficienti; mentre se l’infiammazione è legata a cause cliniche di rilevanza il recupero potrebbe essere più complicato e sicuramente dovrebbe prevedere oltre che al riposo, l’utilizzo di farmaci e della fisioterapia. In casi estremi si dovrà ricorrere ad un intervento chirurgico.

Per quanto riguarda i farmaci non mi soffermerò ad analizzarli, semplicemente vi dico che Fans, miorilassanti e corticosteroidei sono quelli che generalmente vengono consigliati dai medici; mi raccomando di consultarvi sempre con un dottore per quanto riguarda la scelta, i dosaggi e la durata della cura.

Fisioterapia per l’ infiammazione del nervo sciatico

Come possiamo alleviare il dolore e la sintomatologia con la fisioterapia?

Intanto se l’infiammazione è in fase acuta, è necessario intervenire con percorso di tecarterapia necessaria per sfiammare il nervo sciatico. Una volta superata l’infiammazione, la fisioterapia per l’infiammazione del nervo sciatico ha come obiettivo quello di migliorare la postura e apportare delle modificazioni della stessa, migliorare il trofismo muscolare della schiena e per ultimo migliorare la flessibilità della colonna.

Vediamo qualche esercizio che potete fare autonomamente nella tranquillità della vostra casa, in palestra, al mare; insomma ovunque voi vogliate.

Sdraiati a pancia in su, gambe piegate, portare un ginocchio verso il petto e distendere la gamba. mantenere la posizione per circa 10 secondi e ripetere per 10 volte per ogni gamba.

Sdraiati a pancia in su gambe piegate, appoggiare il piede della gamba dolente sul ginocchio opposto e sollevare il piede della gamba appoggiata al pavimento in modo da portare il ginocchio verso il petto e mantenere la posizione per circa 10 secondi; ripetere per 10 volte per ogni gamba.

Seduti con i piedi appoggiati ad una parete, porta o qualsiasi altra cosa vi viene in mente, e le gambe distese, estendere la colonna il più possibile immaginando di avere un filo che vi esce dal centro della testa e che vi tira verso l’ alto; ripetere per 8 volte.

Seduti con una pallina da tennis (o palline di gomma) sotto il gluteo dolente, con la gamba distesa e l’ altra piegata, massaggiare per qualche secondo, riposare e ripetere per 6/8 volte.

In quadrupedia sollevare la schiena facendo una gobba, mantenere la posizione 3/5 secondi e poi inarcare la schiena mantenendo sempre la posizione per 3/5 secondi; ripetere 6/8 volte.

E andiamo avanti con la nostra carrellata di esercizi di fisioterapia per l’infiammazione del nervo sciatico…

Sdraiarsi su un tavolo e lasciare le gambe penzoloni; questo esercizio permette di allungare la colonna, soprattutto la parte lombare e coccigea.

Sdraiati a pancia in su, appoggiare le gambe su una sedia e rimanere in posizione anche per 4/5 minuti. Questa è la posizione in cui la schiena è in scarico quasi completo, un toccasana anche per chi non ha problemi !

Gli esercizi di fisioterapia per l’infiammazione del nervo sciatico, sono tutti esercizi che potete fare in autonomia senza farvi male, per quel che riguarda gli esercizi di tonificazione è consigliato che li facciate insieme ad un fisioterapista che abbia valutato l’entità dell’infiammazione; una volta imparati potrete poi andare avanti in autonomia.

Prevenzione

Si può prevenire l’infiammazione del nervo sciatico?

Ovviamente si!

Si possono utilizzare delle accortezze, come:

  • Cercare di avere una postura corretta, soprattutto quando si sta in piedi.
  • Non rimanere seduti per troppo tempo.
  • Quando si devono sollevare dei pesi bisogna: chinarsi flettendo le ginocchia e mantenendo la colonna vertebrale diritta alzare il carico.
  • Evitare di sollevare carichi pesanti se si ha fastidio alla schiena o se si suppone di avere un inizio di dolore al nervo sciatico.
  • Se si vuole cominciare a fare attività fisica di un certo tipo ( Body Building, Power Lifting, atletica  leggera etc.)e on una certa frequenza è imperativo affidarsi ad un coach qualificato qualificato che possa stilarvi un programma che tenga conto delle vostre esigenze.

Molti degli esercizi che farete con il vostro programma di fisioterapia per l’infiammazione del nervo sciatico, sarebbe opportuno che continuate a farli anche una volta finito il vostro percorso.

E’ una di quelle precauzioni che vi aiuterà ad evitare una ricaduta, e poi si sa che muoversi fa bene.

Se ti interessano altri articoli sulla fisioterapia per l’infiammazione del nervo sciatico o per prenotare una valutazione con un fisioterapista specializzato in sciatalgia, in uno dei Centri Kinesis Sport, scrivici da QUI.

Dott. Fabio Marino

Autore: Sabrina Giola

SINDROME DEL PIRIFORME: QUALE APPROCCIO?

FISIOTERAPIA PER VERTEBRE FRATTURATE

FISIOTERAPIA PER LA LOMBOSCIATALGIA

SINDROME DEL PIRIFORME: MITO O REALTÀ ?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *