GINNASTICA POSTURALE: che cos’è, a cosa serve, quali sono gli obbiettivi?

di | 28/04/2020

Che cos’è la Ginnastica Posturale? a cosa serve? e quali sono i suoi obbiettivi?

Ginnastica posturale
Ginnastica posturale: a cosa serve, quali sono gli obiettivi

Prima di spiegare nello specifico che cos’è la ginnastica posturale, introduciamo l’argomento parlando della postura.

Che cos’è la postura?

Con il termine postura si intende ciascuna delle posizioni assunte dal corpo nello spazio, contraddistinta da particolari rapporti tra i diversi segmenti corporei.

La postura è il modo in cui respiriamo, il mondo in cui stiamo in piedi, ci atteggiamo e ci rapportiamo con noi stessi e con gli altri.

La postura di una persona è influenzata da diversi fattori, quali:

  • Il vissuto personale;
  • Le memorie dei propri traumi fisici e dei traumi emotivi;
  • Il tipo di vita e di stress fisico e psicologico;
  • La tipologia di lavoro e di sport a cui ci siamo assoggettati nel tempo.

A tal proposito in caso di attività professionale sedentaria, occorre curare l’ergonomia della propria postazione di lavoro in modo che essa risulti il più possibile confortevole. In tali casi è inoltre bene modificare spesso la propria posizione intervallando camminate di qualche minuto. Nello stesso tempo è bene evitare di stare in piedi fermi per lunghi periodi di tempo nella stessa posizione.

Esiste una postura ideale?

Ogni soggetto ha la sua postura ideale e si accetta il criterio che
“postura ideale sia quella che richiede il minimo supporto muscolare
e che renda minimi i carichi e lo stress su articolazioni, legamenti e muscoli”
.
Ciò significa,che una postura è considerata ideale in una situazione in cui faccia vivere il soggetto in piena efficienza e benessere.

Ogni movimento realizzato nelle sue molteplici manifestazioni necessita di una postura che possa adattarsi alla diverse situazioni e che comporti il minore dispendio energetico.

Queste condizioni, se non rispettate, inducono l’organismo a squilibri motori e all’insorgenza dei cosiddetti paramorfismi. Questi sono delle situazioni di alterazione morfologica che si discostano dalle forme fisiologiche. Ovvero sono “atteggiamenti” assunti errati. Di solito compaiono durante l’infanzia e nell’età puberale e vengono causati dall’assunzione di posture non corrette, prolungate nel tempo e da altri fattori, che spesso possono evolversi, se non trattati col giusto tempismo, in alterazioni strutturate.

In tal caso l’organismo è condizionato in maniera negativa a mettere in atto strategie alternative volte alla ricerca dell’equilibrio, che non trovano però una risposta motoria adeguata.

Questo determina un disallineamento dei sottosistemi che compongono l’apparato locomotore. L’effetto del disallineamento sarà negativo sia durante l’esecuzione di semplici gesti quotidiani, sia durante l’esecuzione di veri e propri gesti motori sportivi. La performance atletica in questo modo viene compromessa, aumentando il costo energetico ed elevando il rischio di infortuni.

La semplice presenza di dolori o disturbi indicativi di un sistema
muscolo-scheletrico in sovraccarico o sotto stress può già escludere
che la postura di quel soggetto sia ideale.

Sarà quindi molto importante valutare e testare come ogni singolo allineamento corporeo può influenzare e ridurre le libertà di movimento. Per esempio la postura di un nuotatore, iper-specializzata, potrà essere molto utile a risparmiare energia in acqua nel gesto specifico, ma probabilmente non sarà adeguata per la terra ferma.

Che cos’è la ginnastica posturale?

La ginnastica posturale è una disciplina che ha un obiettivo ben preciso: migliorare la postura attraverso il riequilibrio muscolare.

Ma perché è così importante?

La ginnastica posturale è importante in quanto la postura è sempre più legata a problemi di natura muscolo-scheletrica (e non solo), dal mal di schiena, alla scoliosi, alle problematiche di ipercifosi e iperlordosi. Proprio per questo motivo è necessario prendersene cura.

La ginnastica posturale, che sia antalgica (ovvero contro il dolore) o a scopo preventivo, ci aiuta a prenderci cura di noi stessi. Questo attraverso trattamenti dedicati ai muscoli statici e dinamici del nostro corpo, le strutture deputate al sostegno e al movimento. Questi muscoli possono infatti andare incontro a:

  • Rigidità;
  • Accorciamento;
  • Debolezza;

Tutte condizioni che hanno effetti negativi diretti sulla nostra postura.

Negli esercizi di ginnastica posturale sono inglobati diversi distretti da allenare, infatti ci sono esercizi specifici per:

  • La cosiddetta muscolatura antigravitaria (come quella paravertebrale e quella addominale), che ci permette di stare in piedi e mantenere una determinata postura. Questi muscoli il cui stato tonico si oppone alla forza di gravità e mantiene la postura di un essere vivente vengono anche chiamati “muscoli della postura“;
  •  Muscolatura respiratoria, poiché la postura corretta si basa anche sulla respirazione corretta. E’ risaputo, infatti, che un soggetto, anche se perfettamente sano, utilizza solo il 60/70 % della capacità dei polmoni e purtroppo coinvolgiamo in questa sotto utilizzazione tutta la muscolatura preposta alla funzione respiratoria quale: il diaframma, i muscoli intercostali e i muscoli addominali;
  • La muscolatura stabilizzatrice del bacino, per mantenere il bacino in posizione corretta durante la deambulazione.
A cosa serve la ginnastica posturale?

La ginnastica posturale, come già accennato, può essere usata sia a scopo riabilitativo che preventivo.

La ginnastica posturale serve come tecnica riabilitativa quando si evidenziano determinati problemi alla colonna vertebrale e alla postura (ossia la posizione che il corpo deve assumere quotidianamente), dovuti sia alla sedentarietà che ad interventi chirurgici. In particolare, è consigliata in caso di debolezza o rigidità muscolare che determinano problemi alla colonna vertebrale o, ancora, in seguito a protesi d’anca, distorsioni curate male, operazioni al menisco o interventi che vanno a compromettere la nostra postura.

Come abbiamo detto anche a scopo preventivo la ginnastica posturale può esserci di grande aiuto…

Infatti è possibile trattare e prevenire, attraverso specifici esercizi, i più comuni disagi muscolo-scheletrici, come:

  • Lombalgie;
  • Sciatalgie;
  • Cervicalgie;

Oltre alle problematiche muscolo scheletriche, ci sono ulteriori problemi che possono trovare beneficio tramite gli esercizi di ginnastica posturale, per esempio disturbi di tipo:

  • Circolatorio;
  • Organico, come alterazione del sistema neurovegetativo, insonnia, indebolimento del sistema immunitario, problematiche gastroenteriche;
  • Psichico, come eccessivo stress e stati di ansia.

E’ molto importante sottolineare che, soprattutto in alcuni dei casi tra quelli citati, è fondamentale il consulto di una figura medica specialistica, che sappia indirizzarci verso la strada di guarigione migliore per il nostro caso. La ginnastica posturale nonostante possa essere un aiuto, non in tutti i casi è la soluzione del problema.

Con la ginnastica posturale è possibile agire su:
  • Elasticità muscolare e mobilità articolare, per mezzo di specifiche tecniche di allungamento muscolare (sia distrettuale che globale) e mobilizzazioni articolari. Queste sono in grado di prevenire ed eliminare retrazioni muscolari e contratture, così come di preservare l’integrità articolare e connettivale;
  • Forza e resistenza, tramite esercizi finalizzati al rinforzo muscolare e all’allenamento cardio-respiratorio;
  • Abilità motorie, attraverso specifiche tecniche di rieducazione neuromuscolare e schemi motori sempre più articolati;
  • Lo schema motorio e della coordinazione, grazie a una riorganizzazione del sistema neuromuscolare;
  • Rieducazione respiratoria, indispensabile per il benessere dell’organismo. Una buona postura e una corretta attività fisica favoriscono una respirazione adeguata che, a sua volta, contribuirà in maniera importante al benessere psico-fisico. La rieducazione respiratoria deve sempre essere parte integrante di qualunque programma di attività fisica;
  • Capacità di concentrazione, auto-rilassamento, gestione dello stress;
  • Postura, movimento ed equilibrio.

Quali sono gli obbiettivi della ginnastica posturale?

La ginnastica posturale si prefigge l’obiettivo di  ripristinare l’equilibrio perduto. Chi desidera sottoporsi a delle sedute di rieducazione posturale per prima cosa deve rivolgersi a un professionista in grado di individuare le cause dell’alterazione posturale e identificare gli esercizi più adatti per agire sulla problematica e sulla zona da trattare.

Un altro importante obiettivo della ginnastica posturale è quindi quello di diventare un valido mezzo di prevenzione delle alterazioni a carico della struttura corporea, di disarmonie morfologiche e di alterazione di schemi motori.

Inoltre la ginnastica posturale è strumento di educazione, per le persone, ai movimenti corretti nella vita di tutti i giorni. Con strumento di educazione si intende che grazie alla ginnastica posturale, si possono allenare muscoli che permettono di mantenere posizioni più corrette durante la vita lavorativa e sportiva di tutti i giorni.

Per motivi lavorativi, per lo sport che pratichiamo o a causa di cattive abitudini, spesso assumiamo posture scorrette, che nell’arco del tempo vanno a creare dei veri e propri disequilibri delle nostre strutture corporee e quindi problematiche che comportano dolore.

Nei Centri Kinesis Sport abbiamo ideato il corso di Osteo-Pilates. Un corso che, ogni edizione riscuote un grande successo per via dei benefici posturali che apporta.

Il corso, basato su esercizi di pilates, respirazione, ginnastica posturale e dolci mobilizzazioni articolari, è idoneo per:
-Imparare a percepire e controllare il respiro.
-Percepire le parti del corpo in tensione e scoprire diverse tecniche per rilassarle.
-Apprendere esercizi di stabilità per la colonna vertebrale da riprodurre a casa
-Scoprire esercizi per ridurre i dolori muscolari e articolari

Non sono necessari attrezzi. Tutto a corpo libero. Se sei interessati chiedi maggiori informazioni da qui.

Se questo articolo ti è stato utile, troverai sicuramente interessante anche:

GINNASTICA POSTURALE RESPIRATORIA
GINNASTICA POSTURALE PROPRIOCETTIVA
IPERCIFOSI DORSALE E GINNASTICA POSTURALE
se vuoi ricevere altri chiarimenti in merito alla Ginnastica Posturale o se desideri avere maggiori informazioni in merito alla tua problematica.

Dott. Fabio Marino

Co-autrice: Cristina Faccin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *