La sindrome da conflitto sub-acromiale
DI COSA STIAMO PARLANDO?

di | 13/01/2019

La sindrome da conflitto sub-acromiale è una delle cause più frequenti di dolore alla spalla. I sintomi sono spesso vaghi e possono essere difficili da differenziare da altri problemi alla spalla

Le problematiche di spalla sono al terzo posto trai i disturbi muscolo-scheletrici nella pratica clinica; la sindrome da conflitto sub-acromiale è una delle cause più comuni tra queste.

Nel 1983 fu Neer a sviluppare il concetto di “impingment syndrome” notando che il dolore poteva essere causato o aggravato dal contatto
tra l’acromion e la cuffia dei rotatori mentre si solleva il braccio.

spalla

Dolore persistente senza alcun precedente trauma conosciuto

Conflitto sub-acromiale: definizione
La sindrome da conflitto sub-acromiale o Subacromial Impingment Syndrome (SIS) può essere definita come una irritazione sintomatica della cuffia dei rotatori e della borsa sub-acromiale con limitazione dello spazio sub-acromiale. Negli anni non è stato più ritenuto sufficiente racchiudere le cause della patologia nel termine “impingment” e per questo il termine è stato mutato in “Subacromial pain syndrome” (SAPS); si pensa infatti possa descrivere meglio la condizione e includere le diverse cause di dolore. SAPS è infatti definito come problema non traumatico, di solito unilaterale, alla spalla che causa dolore localizzato attorno all’acromion e che spesso peggiora durante o dopo il sollevamento dell’arto. I diversi nomi clinici e / o radiologici, come ad esempio borsite, tendinosi calcarea, tendinopatia sovraspinosa, parziale rottura o degenerazione della cuffia dei rotatori fanno tutti parte di SAPS. Nella quotidianità troviamo comunque la concomitanza delle due denominazioni.

Le caratteristiche cliniche sono:

  • dolore nell’abduzione del braccio tra i 70° e 120° (arco doloroso)
  • dolore nei movimenti “over head”
  • riduzione del range di movimento (ROM)
  • diminuzione della forza e della funzione dell’arto

I pazienti affetti hanno generalmente più di 40 anni e soffrono di dolore persistente senza alcun precedente trauma conosciuto.

Mo cosa scatena il dolore alla spalla?

Lo spazio sub-acromiale è delimitato caudalmente dalla testa dell’omero e la cuffia dei rotatori e cranialmente dal tetto osteofibroso della spalla. Quest’ultimo è composto dall’acromion, dal legamento coracoacromiale, e dal process

shoulder-impingement-syndrome

Presentazione della sindrome da conflitto sub-acromiale

o coracoideo. Lo spazio subacromiale contiene la borsa subacromiale e la cuffia dei rotatori. Nella sindrome da impingement sub-acromiale, l’elevazione del braccio porta a un contatto anormale tra la cuffia dei rotatori e il tetto della spalla.

Distinguiamo quindi sindromi da conflitto di tipo primario e secondario. Il conflitto sub-acromiale primario è dovuto a un restringimento meccanico dello spazio sub-acromiale, mentre il conflitto sub-acromiale secondario è dovuto a un disturbo funzionale come ad esempio uno squilibrio muscolare

Quando la patologia diventa cronica, si associa spesso a lesioni della cuffia dei rotatori anche se la correlazione tra le due risulta ad oggi ancora controversa. Neer affermava che il 95% delle rotture della cuffia erano secondarie al conflitto sub-acromiale.

Una scrupolosa anamnesi e un esame fisico approfondito sono alla base della valutazione diagnostica. La sensibilità diagnostica dell’esame obiettivo è del 90%. Gli studi di imaging sono invece indispensabili per una diagnosi differenziale.

La decisione di trattare in modo conservativo o chirurgico è generalmente fatto sulla base della durata e della gravità  del dolore, del grado di disturbo funzionale e dell’ entità del danno strutturale. L’obiettivo del trattamento è quello di ripristinare la forza e  il movimento senza dolore dell’ articolazione della spalla.

Per saperne di più continua a leggere l’articolo su come fare la DIAGNOSI DEL CONFLITTO SUB-ACROMIALE

PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA  QUI

Dott. Fabio Marino

Autore: Dott.ssa Marta Brusati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *