TEAM BUILDING: ottimo Benefit Aziendale

di | 30/07/2020

BENEFIT AZIENDALI

Oggi ci concentriamo sui risvolti di un Team Building

Abbiamo già parlato di cosa sono i benefit aziendali, di quali possono essere, e ne abbiamo descritti abbondantemente alcuni dei principali in questo articolo. Oggi parliamo di uno stupendo benefit aziendale sempre più utilizzato dalle Aziende, ma ancora poco conosciuto nelle sue potenzialità. Sto parlando dei Team building.

Se non mi conosci è giusto che mi presenti molto brevemente… sono Fabio Marino fondatore dei Centri Kinesis Sport distribuiti nella provincia di Monza e Milano, laureato in Scienze Motorie e specializzato in posturologia, con una seconda laurea in Economia.

Con la KS eroghiamo servizi sanitari e legati al benessere dal 2006, e dal 2016, insieme al mio Team, ci dedichiamo al Corporate Aziendale con programmi sviluppati ad Hoc per le Imprese che intendono migliorare la qualità di vita delle proprie risorse umane attraverso l’erogazione di benefit aziendali.

Oggi vi parlo dei Team Building e della mia esperienza personale a riguardo.

I team building, sono un mix di vacanza/lavoro che si fa con tutto la staff dell’azienda, con una parte di essa, con una divisione o ancora con un team neo-costituito.

Puoi vederli come un momento in cui i partecipanti si dedicano reciprocamente del tempo al di fuori dai consueti spazi lavorativi.

Durante questi team building, o almeno in quelli che organizzo personalmente, è vietato isolarsi per tutta la giornata. Ogni giorno sono previsti momenti in cui la persona può anche stare da sola, ascoltare la musica, prendere il sole, meditare ecc, ma per almeno la metà del tempo, si effettuano attività organizzate.

COM’È STRUTTURATO UN TEAM BUILDING?

Durante il team building personalmente strutturo un programma ad Hoc per l’Azienda, basato su un’alternanza di momenti di svago, di crescita personale, attività sportiva e giochi, e momenti di confronto su tematiche lavorative. Durante i Team Building infatti il format generale è collaudato e impostato, poi i contenuti variano da Azienda ad Azienda.

Naturalmente il tempo dedicato al confronto e all’approfondimento di alcune tematiche, è importante che non risulti “pesante” anzi, l’equilibrio vincente sta nel creare momenti leggeri in cui si disquisisce su tematiche strategiche.

Posso garantirvi che i risultati sono strabilianti.

Una volta ricercata la sintonia di gruppo, quando la mente umana organizza i pensieri in condivisione con altre persone, escono idee particolari e punti di vista che difficilmente sarebbero emersi nel consueto contesto lavorativo.

OBIETTIVO DEL TEAM BUILDING

I team building hanno diversi risvolti positivi e, a mio avviso, neanche uno negativo.

Rappresentano un’ottima iniziativa per conoscere le persone fuori dall’ambiente lavorativo. Attraverso queste giornate o soggiorni organizzati, le presone che non hanno modo di approfondire la reciproca conoscenza sul posto di lavoro, possono conoscersi meglio. Scoprono aspetti caratteriali e relazioni degli altri partecipanti, che durante la routine lavorativa non emergono.

Al lago, in montagna, un week end al mare, fuori dagli schemi tipici del rapporto lavorativo, puoi capire meglio chi hai al tuo fianco. In queste occasioni cadono alcuni schemi comportamentali e di linguaggio che si mettono in atto sul posto di lavoro. 

Personalmente ho organizzato Team Building alle Canarie, sul Lago di Garda, ma anche in strutture vicine alle Aziende che mi hanno contattato. Non c’è il posto ideale. C’è il posto giusto per quell’Azienda. E va ricercato proprio in accordo con l’Azienda stessa.

Inoltre i team building sono un ottimo strumento che può essere utilizzato per stimolare la collaborazione reciproca e aiuta i dipendenti a sviluppare il senso di appartenenza all’Azienda. Motivo per cui alcune Aziende mi contattano quando hanno appena costituito un gruppo di lavoro, o quando nascono attriti all’interno di un ufficio tra i dipendenti.

DURATA DEL TEAM BUILDING

La durata di un Team Building è variabile da 1 a 3/4 giorni. La durata dipende fondamentalmente da 2 fattori importanti:

  • Gli obiettivi che l’Azienda vuole ottenere dal Team Building.
  • Il budget a disposizione per organizzare il Team Building.

Senza dilungarmi troppo, ti porto l’esempio dei due estremi:

  • Se l’obiettivo è prevalentemente formativo, la durata si accorcia. Può essere una gita di un singolo giorno o weekend.
  • Se l’obiettivo è il ricercare una sintonia perduta, la durata di un Team Building si allunga. In questo caso c’è la necessità di creare certe dinamiche psicologiche e relazioni che hanno bisogno di tempo per emergere.

L’importante sarà concludere ogni giornata di Team Building con un riassunto di quello che di positivo è stato fatto durante la giornata per lasciare nella mente delle persone il ricordo di un bella giornata passata con i colleghi di lavoro.

Organizzare un team building proficuo e di successo non è semplice. Per me organizzare un T.B. non è semplicemente limitarmi a prenotare l’albergo e poi partire tutti insieme appassionatamente.

Richiede mesi di preparazione, un programma dettagliato da strutturare nei mesi precedenti in accordo con l’Azienda, e degli obiettivi da raggiungere. Non è solo una vacanza.

Per maggiori informazioni ti ricordo che puoi scrivere alla mia casella di posta personale che è fabio.marino@kinesisport.com

Sono sempre a tua disposizione!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE IL SEGUENTE ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *