DISTORSIONE DI CAVIGLIA: terapie utili per il recupero del paziente
Terapie utili per ottenere il recupero dopo una distorsione di caviglia: kinesio-tape, idrokinesiterapia, rinforzo, proriocezione

di | 05/08/2018

La distorsione di caviglia è una lesione molto frequente nella pratica sportiva.

Essa è determinata generalmente da un trauma che sollecita l’articolazione tibio-tarsica provocando il momentaneo allontanamento dei capi articolari.

La maggior parte di infortuni alla caviglia è con movimento interno della pianta del piede, questo tipo di distorsione è detta distorsione in inversione.

C’è inoltre una percentuale di situazioni in cui, in seguito a una distorsione, si verifica una seconda distorsione o si continuano a manifestare sintomi quali debolezza, sensazione di cedimento e dolore, tecnicamente detti itnstabilità cronica di caviglia.

Successivamente ad una distorsione di caviglia è molto importante la mobilizzazione del perone, delle ossa del tarso e metatarso, una decoattazione dell’articolazione in oggetto e l’esecuzione di un lieve massaggio di scarico, che aiuti l’assorbimento dell’ematoma.

Spesso sono utilizzati elettromedicali, come la Tecar, utili a stimolare il microcircolo, ridurre il dolore al carico e la misura della circonferenza bimalleolare.

 

Le nostre terapie manuali si affiancano a terapie strumentali, ottime per facilitare il recupero dell’articolazione:

  • kinesio-tape

  • esercizi di rinforzo e propriocettivi

  • idrokinesiterapia

Kinesio-tape

Questo tipo di trattamento agevola i movimenti cutanei e muscolari in modo da ottenere un effetto terapeutico sulle zone trattate. Il nastro è costituito da cotone con adesivo; esso presenta un’elasticità sovrapponibile a quella cutanea e resistente all’acqua.

Il nastro, stimolando la sensibilità esterocettiva, riduce la stasi linfatica ed ematica, migliora la microcircolazione locale e permette l’assorbimento degli eventuali edemi. Infatti, sollevando la cute, dilata gli spazi interstiziali e riduce la pressione sottocutanea.

è importante, prima dell’applicazione, ricercare il movimento muscolare ed articolare, applicando il nastro in modo da determinare micro movimenti locali e provocare la sua azione decompressiva, grazie alla formazione di pieghe durante il movimento.

Riassumendo le funzioni principali del tape sono sei:

  1. Allieva il dolore
  2. Normalizza la tensione muscolare
  3. Rimuove la congestione venosa e linfatica
  4. Migliora la vascolarizzazione sanguigna
  5. Corregge l’allineamento articolare
  6. Migliore l’assetto posturale

 

In caso di distorsione alla caviglia è utile, in fase acuta, un’applicazione di kinesio-tape a polipo, in modo da migliorare la vascolarizzazione sanguigna e ridurre il gonfiore.

 

Superata la fase acuta, in caso di ritorno ad attività sportiva, è consigliabile applicare, per le prime volte, il kinesio-tape come supporto all’articolazione.

 

 

Esercizi di rinforzo e propriocettivi

Gli esercizi andranno svolti quando il paziente avrà un carico indolore; essi sono mirati principalmente al rinforzo dei muscoli stabilizzatori dell’articolazione della caviglia. Per il rinforzo muscolare sono molto utili gli esercizi con gli elastici al piede.

In caso di distorsione sono utilizzate anche tavolette propriocettive, su cui il paziente deve collocarsi in stazione eretta, cercando di mantenere l’equilibrio, le prime volte con entrambi i piedi, poi con uno solo.

propriocezione

Tavoletta propriocettiva

 

 

 

 

Idrokinesiterapia 

L’idrokinesiterapia è una terapia che utilizza gli effetti benefici dell’acqua a scopo riabilitativo, dopo un trauma, un intervento chirurgico o per aiutare a mantenere la muscolatura rilassata.

In vasca, ad una temperatura di 32/36 gradi, con immersione del corpo fino all’altezza delle spalle, il paziente inizia ad effettuare esercizi di spostamento in tutte le direzioni, simulando una deambulazione corretta, pedalata in acqua e salita su di uno step; tutto ciò è permesso dall’alleggerimento del peso corporeo stesso che è in immersione.

terapia in acqua

Idrokinesiteraapia

Considerando un soggetto con distorsione di caviglia, è bene consigliare un inizio di terapia riabilitativa in acqua nella fase sub-acuta, dopo aver messo in pratica il protocollo conservativo.

 

 

 Per saperne di più sulla distorsione di caviglia contattaci cliccando 

QUI

Dott. Fabio Marino

Autore: Cristina Faccin

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *